FAQ

Ricetta elettronica

Che cos'è la ricetta dematerializzata?

La ricetta elettronica è il sistema di prescrizione delle prestazioni sanitarie che si inserisce all'interno del nuovo progetto dell'Agenda Digitale del Governo. Grazie all'adozione della Ricetta Dematerializzata si avranno diversi vantaggi tra cui la riduzione degli errori prescrittivi, un controllo capillare sui costi e un notevole risparmio sulla produzione delle ricette stesse.

Il funzionamento della ricetta elettronica è in vigore su tutto il territorio nazionale dal 1 gennaio 2015.

Come funziona

Dal medico

I medici non riceveranno più blocchi di ricette cartacee, bensì solo una serie di numeri. Sono i numeri delle ricette elettroniche (NRE) che, prodotti dal sistema centrale gestito da SOGEI, verranno assegnati alle ASL, le quali, a loro volta, li forniranno ai medici sulla base degli attuali parametri e criteri utilizzati per la distribuzione dei ricettari cartacei.

Il medico, per prescrivere un farmaco o una visita specialistica, si connetterà tramite il proprio PC (in un futuro prossimo potrà essere un tablet o uno smartphone) al sistema di riferimento e, dopo essersi identificato, effettuerà la prescrizione on-line utilizzando uno degli NRE a lui assegnati.

A questo NRE, il medico assocerà il codice fiscale dell'assistito. Il sistema validerà il codice fiscale e tutte le informazioni di esenzione (per reddito e/o per patologia). A questo punto il medico completerà la ricetta con la prescrizione del farmaco, con un semplice click, confermerà la generazione della ricetta elettronica sul server SOGEI.

Il medico stampa e consegna all'assistito un “promemoria” che riporta NRE, codice fiscale, eventuali esenzioni e prescrizioni. Il promemoria garantisce all'assistito la possibilità di ottenere il farmaco anche in caso di assenza di linea o in presenza di qualsiasi altro inconveniente legato all'accesso al server.

In farmacia

Con il promemoria l'assistito si reca in farmacia. La farmacia si collega al sistema mediante le chiavi di accesso rappresentate dal NRE e dal codice fiscale, accede alla ricetta elettronica ed eroga il farmaco.

La farmacia completa l'operazione inviando al server di SOGEI i dati relativi all'erogazione (prezzo del farmaco, ticket, sconti in favore del SSN etc.) e i codici che individuano la singola confezione (codice AIC e codice “targatura”, cioè il codice seriale identificativo della singola scatola).

Il funzionamento delle ricette elettroniche che prescrivono visite specialistiche e analisi da effettuare nei laboratori è analogo a quello descritto.

Quanto dura una ricetta?

Per i farmaci concessi dal Servizio Sanitario Nazionale e prescritti tramite apposita ricetta "rossa" la validità è limitata a trenta giorni, e la ricetta deve essere consegnata presso una farmacia della regione di appartenenza, nel nostro caso la Lombardia. Al di fuori di questa regione la ricetta mantiene il suo valore, ma il costo è a carico del paziente.

La ricetta dematerializzata ha la stessa scadenza di quella rossa e se non è erogata entro 30 giorni, in modo automatico, viene annullata.

Le prescrizioni di esami ematici o strumentali e di visite specialistiche hanno la validità di un anno, salvo diversa indicazione medica.

Le prescrizioni di farmaci su ricetta ripetibile hanno validità variabile a seconda del tipo di farmaco: da uno a sei mesi per alcuni i farmaci e a quantità prestabilite per altri.

Che cos'è la Legge 104?

La LEGGE 05.02.1992 N. 104 (Legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate) detta i principi dell'ordinamento in materia di diritti, integrazione sociale e assistenza della persona handicappata.

Il presupposto è infatti che l’autonomia e l’integrazione sociale si raggiungono garantendo alla persona handicappata e alla famiglia adeguato sostegno, sotto forma di servizi di aiuto personale o familiare, o psicologico, psicopedagogico e tecnico.

Per potere usufruire dei relativi benefici, occorre preliminarmente accertare che la persona handicappata da assistere sia giuridicamente qualificabile tale secondo articolo 3 che così testualmente la definisce:
"È persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica e sensoriale, stabilizzata o progressiva, che a causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa è tale da determinare un processo di svantaggio sociale e di emarginazione."

Tuttavia occorre subito aggiungere che quasi tutti i benefici previsti per l'assistenza delle persone portatrici di handicap sono attribuiti a condizione che l'handicap rivesta la situazione di gravità, quando, secondo quel che precisa l'art.3, comma 3:
"La minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l'autonomia personale, correlata all'età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale e in quella di relazione".

Nella stessa legge si stabilisce che gli accertamenti relativi alla minorazione, alle difficoltà, alla necessità dell'intervento assistenziale permanente siano effettuati dalle unità sanitarie locali mediante le apposite commissioni mediche.
La commissione dovrà effettuare l'accertamento entro 180 giorni dalla data di presentazione.

È importante ricordare che la legge 104 non ha sostituito o abolito il riconoscimento di Invalidità Civile.

A chi spettano i permessi retribuiti della legge 104?

I permessi retribuiti spettano ai lavoratori dipendenti:

  • Disabili in situazione di gravità.
  • Genitori, anche adottivi o affidatari, di figli disabili in situazione di gravità.
  • Coniuge, parenti o affini entro il 2° grado di familiari disabili in situazione di gravità. Il diritto può essere esteso ai parenti e agli affini di terzo grado soltanto qualora i genitori o il coniuge della persona con disabilità grave abbiano compiuto i sessantacinque anni di età oppure siano anche essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti (L. 183/2010).
  • La legge (art. 3, comma 4) "si applica anche agli stranieri e agli apolidi, residenti, domiciliati o aventi stabile dimora nel territorio nazionale".

Come posso prenotare visite ed esami specialistici tramite servizio sanitario nazionale?

Per le prenotazioni di prestazioni sanitarie è possibile contattare il

SERVIZIO SANITÀ DELLA REGIONE LOMBARDIA

telefonando da rete fissa al numero verde 800 638 638, oppure da cellulare e dall'estero allo 02 7999599.
Il costo della chiamata può variare in base al proprio piano tariffario.

Cosa sono le classi di priorità per l'accesso alle prestazioni di specialistica ambulatoriale?

La classe di priorità per l’accesso alle prestazioni di specialistica ambulatoriale è indicata da parte del Medico prescrittore (Medico di Medicina Generale, Pediatra di Famiglia, Medico Specialista di struttura accreditata a contratto) barrando l’apposita casella riportata sull’impegnativa, al fine di assicurare tempi di erogazione delle prestazioni adeguati in rapporto alle condizioni cliniche degli assistiti.

Sulla base delle normative nazionali e regionali in materia vengono individuate le seguenti classi di priorità che impegnano le Strutture accreditate a contratto ad erogare le prestazioni richieste entro i tempi massimi di seguito indicati:

  • CLASSE U: indica che la prestazione deve essere eseguita entro le 72 ore.
  • CLASSE D: indica che la prestazione deve essere eseguita entro 30 giorni per le visite e entro 60 giorni per le indagini strumentali o comunque nei tempi standard definiti dall’ASL.
  • CLASSE P: indica che la prestazione può essere eseguita in un maggior arco di tempo e di norma entro 180 giorni essendo finalizzata ad un accertamento di controllo.

Nel caso in cui il Medico prescrittore non indichi nessuna classe di priorità è inteso che la prescrizione richiesta ricada nella categoria della CLASSE P.

Cosa sono i farmaci generici?

Sono farmaci per i quali è scaduto il brevetto, e quindi possono essere prodotti e messi in commercio da varie aziende ad un costo più basso del farmaco originale.

Fino all'ingresso dei farmaci generici, il pubblico conosceva i farmaci attraverso il loro nome commerciale. Questo è un nome di fantasia che viene scelto dalla casa produttrice. Infatti il nome commerciale di un farmaco differisce da una nazione all'altra.

Il vero nome di un farmaco invece è quello che si riferisce al cosiddetto "Principio attivo", cioè al composto chimico che esercita l'azione farmacologica.

Questo nome viene scelto al momento della scoperta del farmaco e della registrazione del brevetto ed è uguale in tutte le nazioni del mondo.

I farmaci generici costano almeno il 20% in meno dei farmaci "marchiati" in quanto le ditte produttrici non devono sostenere spese per la ricerca e per la commercializzazione poiché si tratta di farmaci già noti.

Come funzionano i consultori familiari?

Il consultorio è il luogo privilegiato dove attuare gli interventi preventivi a tutela della salute della famiglia, della donna, dell'età evolutiva, dell'adolescenza, delle relazioni di coppia e familiari; affronta inoltre problematiche legate alla disabilità ed alla persona anziana.

Le prestazioni sono orientate prioritariamente alla prevenzione, alla promozione della salute e del benessere psicologico del singolo, della coppia, della famiglia e della comunità.

I presidi dei consultori familiari accreditati dell'Azienda Sanitaria Locale di Lecco sono 11.

In ogni consultorio opera un'equipe multidisciplinare composta dall'assistente sanitaria, l'assistente sociale, l'infermiere, il ginecologo, lo psicologo e l'ostetrico/a.

L'accesso

Ogni persona regolarmente iscritta al Sistema Sanitario Nazionale può accedere al Consultorio e, per le cure essenziali ed urgenti, anche le persone straniere e prive del permesso di soggiorno ed i cittadini comunitari privi dell'iscrizione anagrafica (ulteriori informazioni le trovate alla seguente pagina del sito dell'ASL di Lecco).

Le attività

Adolescenti
Il consultorio è rivolto ai ragazzi tra i 14 e i 21 anni.

Adozioni nazionali ed internazionali
E' presente sul territorio il Centro Adozioni presso il Consultorio ASL di Lecco.

Contraccezione e sessualità
Il consultorio offre consulenza psicologica e sociale, visite ginecologiche e controlli periodici.

Disabili e anziani
Il consultorio prende carico della persona adulta fornendo informazione, consulenza e supporto e dove è necessario si effettuano anche valutazioni psicodiagnostiche finalizzate al riconoscimento di invalidità civile.

Disagio psicologico
Il consultorio offre psicologi al singolo, alla coppia ed alla famiglia. Interviene nelle problematiche che seguono la separazione o il divorzio, in funzione anche del benessere e della protezione dei figli.

Educazione alla salute
Vengono realizzate attività di accompagnamento ai processi di cambiamento dei comportamenti volti ad aumentare il benessere della persona e a promuovere abilità per affrontare i compiti evolutivi.

Gravidanza e percorso nascita
E' possibile essere seguiti per tutto il corso della gravidanza e nel puerperio tramite visite e controlli ostetrici in gravidanza e dopo il parto, corsi di preparazione alla nascita, consulenza e sostegno psicologico, assistenza e sostegno al puerperio, supporto all'allattamento al seno e all'accudimento del neonato.
Il consultorio fornisce inoltre informazioni, orientamenti e supporti in materia di problemi sociali e diritto di famiglia. Attua progetti specifici regionali a sostegno della maternità e della genitorialità.

Interruzione volontaria di gravidanza
Il consultorio fornisce informazioni, consulenze mediche, certificazioni, sostegno psicologico e sociale alla donna e/o alla famiglia che si trova ad affrontare una gravidanza indesiderata o problematica.
L'accompagnamento viene effettuato secondo le procedure stabilite dalla legge; l'accesso è garantito anche alle minorenni.

Maltrattamento, stalking e violenza sulla donna
Il consultorio offre aiuto, informazioni e consulenza sociale e psicologica. E' anche attiva una collaborazione con il Telefono Donna di Lecco.

Maltrattamento e abuso sui bambini e ragazzi
Il consultorio offre aiuto e supporto su tutto quanto riguarda tutte le forme di maltrattamento fisico e/o emozionale, abuso sessuale, trascuratezza o negligenza o sfruttamento commerciale.

Menopausa
Il consultorio accompagna la donna nel periodo post-fertile e offre visite preventive e di controllo ginecologico alla donna in pre-menopausa ed in menopausa.

Prevenzione oncologica femminile
E' possibile eseguire il Pap Test gratuitamente ogni tre anni nella fascia compresa tra i 25 e i 64 anni.

Sedi consultori limitrofi al nostro territorio

CONSULTORIO FAMILIARE DI LECCO
Via Tubi, 43
Tel: 0341 482611

CONSULTORIO FAMILIARE DI OGGIONO
Via Bachelet, 7
Tel: 0341 269740

CONSULTORIO FAMILIARE DI CALOLZIOCORTE
Via Bergamo, 8/10
Tel: 0341 635014

Come faccio ad attivare il pediatra?

Per l’iscrizione di un bambino neonato è necessario che un genitore si presenti all'ASL con il codice fiscale e il certificato di nascita del bambino o una dichiarazione sostitutiva che si compila direttamente allo sportello.

Posso usufruire dell'assistenza sanitaria se soggiorno temporaneamente in un luogo diverso da quello della mia residenza?

I cittadini che soggiornano temporaneamente in un Comune di una Azienda Sanitaria diversa da quella di residenza hanno diritto all'assistenza sanitaria, effettuando l'iscrizione nell'elenco degli assistiti e la relativa scelta del medico di base presso l'Azienda Sanitaria locale di domicilio, purché la loro permanenza sia di un periodo di almeno tre mesi e per un periodo massimo di un anno (rinnovabile) e sia dettata da motivi di età (superiore ai 75 anni) o da documentati motivi di lavoro, studio o salute (presenza di esenzione per patologia).

La mia CRS è scaduta. Cosa devo fare per averne una nuova?

La nuova carta regionale dei servizi viene spedita direttamente all'indirizzo di residenza prima della scadenza.
Nel caso l'utente non la riceva, può recarsi agli uffici dell'ASL di competenza, che rilasceranno una tessera cartacea provvisoria, in attesa che la nuova CRS venga recapitata all'indirizzo di residenza.

Cosa devo fare in caso di furto o smarrimento della CRS?

Per richiedere una nuova Carta Regionale dei Servizi è sufficiente presentare un'autocertificazione di furto/smarrimento agli uffici ASL. Contestualmente viene rilasciata al cittadino una tessera cartacea provvisoria.

Successivamente, di solito nell'arco di un mese, la Carta Regionale dei Servizi viene recapitata all'indirizzo di residenza del cittadino.

Ho la patente in scadenza: cosa devo fare?

Prendere contatto con uno sportello ASL  per la prenotazione e per avere informazioni sulla documentazione necessaria.

Dopo i 50 anni quanto dura la patente?

Dopo i 50 anni la durata della patente di guida è la seguente:

  • PATENTE A e B: rinnovo ogni 5 anni fino a 70 anni, ogni 3 anni tra 70 e 80 anni e ogni 2 anni superati gli 80 anni di età.
  • PATENTE C: rinnovo ogni 5 anni fino ai 65 anni di età e rinnovo ogni 2 anni superati i 65 anni di età.
  • PATENTE D: rinnovo ogni 5 anni fino ai 60 anni di età e rinnovo ogni anno dopo i 60 anni di età.

Where are u

Che cosa è Where Are U?

È un'app che permette di effettuare una chiamata di emergenza ed inviare contemporaneamente la posizione esatta del chiamante alle Centrali del Numero Unico dell'Emergenza (NUE) 112 della Lombardia.

Perchè mi conviene avere l'app sul mio telefono?

L' app al momento della chiamata d'emergenza trasmette automaticamente alle centrali pubbliche del NUE 112 della Lombardia la localizzazione puntuale nei casi in cui non si conosce o non si è in grado di fornire dati precisi sulla propria posizione.

L'app rileva la posizione tramite GPS e/o rete dati e la mostra sul telefono; al momento della chiamata la posizione viene trasmessa tramite rete dati o tramite SMS se la rete dati non è disponibile. Il doppio canale di trasmissione assicura sempre l'invio della posizione ogni qualvolta sia possibile effettuare una telefonata.

È utile sempre?

Sì. L'informazione sulla posizione del chiamante è disponibile al NUE 112 della Lombardia ma WHERE ARE U è sempre utile perchè indica la località e la via o la sola posizione GPS, se non si è in ambito urbano. Queste informazioni sono quelle da riferire sempre a qualsiasi servizio di emergenza per consentire di effettuare un intervento.

Come faccio ad averla?

WHERE ARE U è disponibile per iOS, Android e Windows Phone. L'app è gratuita!

Posso essere localizzato se chiamo senza usare l'app?

Il NUE 112 tramite Ced Interforze del Ministero dell'Interno riesce a conoscere un'area di probabilità in cui si trova l'utente che chiama con il cellulare, ma non l'esatta posizione.

GMV

  • Sede principale

    Via Casnedi, 4
    23868, Valmadrera (LC)

    0341 1765441

    P. IVA: IT03429940137

    Le altre sedi

Informazioni utili

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.